itenfr

Dormire a Gallipoli

Giovedì, 07 Aprile 2016 18:21 Scritto da 
Vota questo articolo
(4 Voti)

A Gallipoli vedo la città vecchia che si adagia sul suo mare turchese, puntellata dalle chiese in stile barocco per dare alla città un'aria antica, resa marina dal bianco delle case con i loro cornicioni azzurri. Qui è un intersecarsi di stradine, secondo la tipica costruzione a labirinto che fecero i Greci con l'idea di riparare le case dei pescatori dal vento. Sul ponte che collega la parte vecchia della città alla terraferma scorgo il Castello Angioino Aragonese, di cui una parte d'estate é adibita a cinema per i visitatori di Gallipoli. La sera questa cittadina tra locali , bar e discoteche si popola di tanti giovani pronti a vivere la loro amata mondanità . Nel centro storico, la Spiaggia della Purità, dal nome della Chiesa vicina, dove è custodita la statua di Santa Cristina, patrona di Gallipoli. A Gallipoli la spiaggia é libera. La più nota è Punta della Suina, sono ambientate qui alcune scene di Mine Vaganti di Fernand Ozpetek. Vi consiglio, per dormire a Gallipoli, di affittare una casetta o prenotare qualche bed and breakfast un po' fuori dal centro storico, in questo modo risparmierete un po' di soldini. Buone vacanze!

Dormire a Gallipoli

Chiara de Gregorio 

Letto 592 volte